Letteratura

Nevio

Cicero - IV Catilinaria

Struttura sintattica De Bello Civili 11, 1

Ovidius - Heroides (03/09/19)
Ovidius - Heroides - Penelope (29/07/19)
épos: generi

Le Georgiche

Profilo culturale dell'età augustea

Sintesi della "Semantica del Carpe Diem" di Alfonso Traina

Struttura e poetica delle Bucoliche

Ivo, De gradibus caritatis

Riccardo di San Vittore,
De quattuor gradibus violentae caritatis


Materiale di supporto per "Familia Romana"

Annus et menses

Nos sumus tempora: quales sumus, talia sunt tempora
(Augustinus)
Ne pudeat, quae nescieris, te velle doceri:
scire aliquid, laus est; culpa est, nil discere velle.

Catone, Distici, IV, 29.



Professor Luigi Miraglia, Presidente dell'ACCADEMIA VIVARIUM NOVUM
PER UNA NUOVA DIDATTICA DELLE LINGUE CLASSICHE
lunedì 29 Aprile, 15:30 - 17:30
Liceo Scientifico Statale Fulcieri Paulucci di Calboli
Via Aldo Moro, 13, 47121 Forlì FC
INCONTRO FORMATIVO RISERVATO AI DOCENTI DI LINGUE CLASSICHE
Al termine dell’incontro verrà rilasciato l’attestato di partecipazione.



An Amazing Thing Happened When Prisons Began Teaching Latin to Convicts

Gli inglesi stanno valutando in termini di mesi e anni di apprendimento quanto la conoscenza del latino fa guadagnare sul piano delle competenze linguistiche ... e sono inglesi! Ora se l'inglese è una lingua anglosassone e l'italiano è una lingua neolatina, cosa succederebbe se facessero un analogo studio in Italia o in un paese di lingua neolatina?
Perché, da Oxford, difendo lo studio del latino, che in Italia molti vorrebbero abolire

"Conoscere il latino è importante quanto conoscere la riproduzione delle cellule o la fisica quantistica... Il latino è il codice genetico dell’Occidente; se vogliamo, pure il suo sistema immunitario, ovvero, per rimanere nella metafora biologica, la fonte prima del principio di identità. Eppure in Italia si trovano ancora individui, a cominciare dai politici, che lo vorrebbero abolire...". Su ilLibraio.it l'appassionato intervento del professor Nicola Gardini, che insegna a Oxford, dove crescono ogni anno gli studenti interessati a questa lingua...
CONTINUA (link esterno)
A parte alcuni possibili riflessi classisti, il ragionamento è in sé corretto, almeno riguardo alla persecuzione verso la lingua latina e alla sua esclusione dagli studi liceali. Difendo comunque il diritto di tutti, anche dei "cafoni" di esprimere la propria opinione, casomai non di guidare un governo.
Il latino è una lingua precisa, essenziale. Verrà abbandonata non perché inadeguata alle nuove esigenze del progresso, ma perché gli uomini nuovi non saranno più adeguati ad essa. Quando inizierà l’era dei demagoghi, dei ciarlatani, una lingua come quella latina non potrà più servire e qualsiasi cafone potrà impunemente tenere un discorso pubblico e parlare in modo tale da non essere cacciato a calci giù dalla tribuna. E il segreto consisterà nel fatto che egli, sfruttando un frasario approssimativo, elusivo e di gradevole effetto “sonoro” potrà parlare per un’ora senza dire niente. Cosa impossibile col latino. (Guareschi)





Grammatica


Semantica


WOP!WEB Servizi per siti web... GRATIS!
www.oscartestoni.it
www.saratestoni.it
www.oscartext.com